×



Leo Lionni

Nasce ad Amsterdam nel 1910 da un padre tagliatore di diamanti e da una madre cantante lirica. Emigrato negli Stati Uniti nel 1939, naturalizzato americano, diviene il direttore artistico di una grande agenzia di pubblicità, dove chiama a collaborare artisti quali Alexander Calder, Willem De Kooning e Fernand Léger. Prima di trasferirsi in Italia, a Radda in Chianti (SI), dirige la rivista «Fortune» e approda quasi per caso ai libri per bambini. Scrittore, scultore, pittore, muore nel 1999.


Libri Babùk di Leo Lionni